Hosting gratuito e dominio gratis offerti da HostingGratis.it
                           comune         uisp
Gara di Grignasco

Ore 7,15 di domenica 23 giugno . Come di consuetudine iniziano ad affluire i componenti del Gruppo podistico G. Cattaneo presso il bar Onorato Pollo di Borgo Vercelli . E’ il momento di compilare la lista dei partecipanti alla 23 ^ gara dell’ anno 2013 . A quell’ ora di domenica mattina , vi sono pochi avventori , ma l’ atmosfera è particolarmente piacevole . La tranquillità del pubblico esercizio intrisa dalla pigrizia domenicale è rotta dal brusio dei podisti , che parlano animatamente a gruppi di 3 o 4 , dimostrando l’ entusiasmo per la gara che a breve affronteranno . L’ aria respirata , oltre ad essere carica di amicizia è ricca dell’ aroma di caffè e del dolce profumo delle paste create artigianalmente dai proprietari del bar . Poco dopo le 7,30 con una piccola processione di auto il gruppo si sposta a Grignasco ( No) , luogo della manifestazione sportiva Ci saranno molte salite ? Questa è la domanda che assilla tutti gli atleti di Borgo Vercelli abituati a correre tra caldo , afa e zanzare , ma non in collina o montagna . E il territorio di Grignasco ai piedi dei monti della Val Sesia è in grado di offrire percorsi estremamente impegnativi . Luogo di ritrovo e partenza della gara è presso una stupenda area gestita dalla pro-loco , immersa nel verde e attrezzata per ogni tipo di evento ricreativo . La manifestazione sportiva fa parte del calendario Gamba D’ oro del Novarese , un insieme di circa 60 gare podistiche tra notturne e diurne disputate da inizio primavera a fine autunno . I partecipanti di norma sono circa 500 e anche in questa occasione il numero non è stato disatteso . Consegnata la lista di partecipazione ai tavoli dell’ organizzazione e distribuiti i cartellini , i podisti del Cattaneo sono pronti a correre per i 10 km previsti . Il paesaggio è veramente incantevole , dominato da prati , da corsi d’ acqua e da quei monti che quasi hai l’ impressione di toccare con un dito . Si parte su un tratto di strada asfaltata e si sfiora il paese di Grignasco , poi si svolta verso il fiume Sesia e viene quindi subito accantonato il timore delle salite . Si corre tra prati , tra boschi , tra cascinali . E’ una zona di agricoltura povera , dove un tempo i contadini vivevano in modo frugale con i poveri frutti concessi dalla loro terra , castagne , mirtilli , granoturco da polenta e dall’ allevamento delle pecore . Si corre entrando nella parte pianeggiante del parco del Monte Fenera , un’ oasi protetta di oltre 700 ettari , dove un tempo , nelle numerose grotte vivevano uomini preistorici ed orsi bruni ed il monte Fenera pare sorrida al nostro passaggio . La corsa prosegue poi fino a raggiungere le sponde del Fiume Sesia e qui il sentiero diventa più impegnativo , inizia qualche Sali scendi , molti sassi e radici di alberi creano rischi di caduta . Ad un certo punto si è così vicini all’ acqua ed ad alcune piccole cascate del fiume Sesia che diventa difficile parlare con i compagni di avventura . E’ la natura che in questo caso ha la voce più grande ed annulla la possibilità di conversazione . l’ aria è piacevole , pulita , fresca , profumata di nettare di fiori , dà un effetto inebriante e ristoratore . Molti dei 10 km vengono percorsi in questo angolo favoloso di verde e ci si rende conto che non bisogna solo impegnarsi a difendere la foresta Amazzonica , in quanto a pochi chilometri dalle nostre case , esistono tante piccole foreste tropicali che bisogna salvaguardare e proteggere .
"Gabriele"

Torna alle news