Hosting gratuito e dominio gratis offerti da HostingGratis.it
                           comune         uisp
Il gruppo podistico
“ G. Cattaneo “ di Borgo Vercelli si aggiudica un altro primo posto
al 16° Trofeo Alpino "Don Secondo Pollo" a Vercelli

Domenica 6 ottobre , verso le ore 8 iniziano, a giungere presso il bar Pollo , consueto punto di ritrovo , i podisti del gruppo “G. Cattaneo “di Borgo Vercelli . Sui volti traspare poco entusiasmo , forse a causa della giornata uggiosa tipicamente autunnale , magari per la stanchezza derivata dalle 44 competizioni disputate dall’ inizio anno o più probabilmente il motivo è da imputare al luogo della gara , la vicina Vercelli . Si crede infatti di correre come a casa propria , senza l’ emozione di transitare su quei sentieri del varesotto o del pavese tra parchi, riserve faunistiche , ville storiche ,abazie, recetti , o antichi manieri . Alle 8,30 i podisti del “ Cattaneo “ si trovano presso la ex colonia elio terapica di Vercelli , luogo di ritrovo della manifestazione alla sedicesima edizione, organizzata dal Gruppo Alpini della città ed in memoria di Don Secondo Pollo . Oltre ai borghini accorrono anche podisti vercellesi e diversi gruppi tra cui Robbio , Trino , Casale Monferrato . I corridori sono più di 150 accolti con amicizia e molto calore . Giunto il momento della partenza , gli atleti percorrono tutto corso Rigola , una sorta di corridoio creato dai filari di alberi ed attraversano il ponte del torrente Cervetto . Poi procedono lungo corso Italia e deviano verso piazza Cavour . A questo punto come per magia inizia a crescere quell’ entusiasmo che all’ inizio era assente . Quante volte si sono percorse quelle vie cittadine senza prestare alcuna attenzione , senza osservare nulla poiché la guida sressante dell’ auto non permette di cogliere alcuna sfumatura . Invece correndo , senza avere la mente occupata dal pensiero della lista della spesa , da una pratica da sbrigare , dal lavoro , come per magia la città si trasfigura . Ci si accorge della presenza delle antiche torri , testimonianza delle lotte guelfe e ghibelline , si ripercorre a ritmo di corsa la storia di quella città , savoiarda , spagnola , risorgimentale , monarchica , partigiana…… E piazza Cavour pare un salotto a cielo aperto , un luogo in cui l’ orologio del tempo ha cessato di battere verso metà dell’ ottocento ed il suo caffè svizzero ne è testimone. La corsa prosegue poi su corso Italia , viale Garibaldi e verso il rione Isola . Da questo punto la direzione è quella del fiume Sesia . Si corre piacevolmente in questo lembo di natura , di bosco fluviale e quando si passa sotto al ponte della ferrovia , l’ acqua del fiume è lontana solo qualche decina di metri , tanto che si ha l’ impressione di gareggiare contro i suoi flutti . Dopo qualche centinaio di metri si abbandona l’ argine per tornare in corso Rigola e puntare al traguardo . Un ottimo ristoro attende tutti i podisti a compensare lo sforzo attuato per percorrere un po’ meno di 9 chilometri . Alla fine il bilancio per il gruppo podistico di Borgo Vercelli “ G . Cattaneo “è più che positivo in quanto , anche se i suoi atleti non hanno primeggiato nella classifica degli arrivati , è stato premiato con il trofeo alla memoria di Don Secondo Pollo come primo gruppo classificato . Questo risultato segna la 5^ vittoria da inizio anno.In oltre tutti i suoi componenti sono stati soddisfatti da una gara , piacevole e curata in modo impeccabile dal gruppo alpino che ha così commemorato degnamente il loro cappellano .
"Gabriele"

Torna alle news