Hosting gratuito e dominio gratis offerti da HostingGratis.it
                           comune         uisp

Chiusura Stagione 2014
a Novara

Nessun uomo può bagnarsi nello stesso fiume per due volte, perché né l'uomo né le acque del fiume sono gli stessi..." Perchè "tutto scorre". Così recitava il filosofo Eraclito più di 2000 anni orsono . Panta rei …Tutto scorre , tutto passa e questo pensiero è sicuramente attuale. Come il tempo sulle lancette di un orologio, come la sabbia che cade inesorabile in una clessidra. Ecco allora apparire nelle più svariate sfaccettature un mondo effimero, nulla resta come è poiché tutto scivola e vola via! Tutto corre via in fretta, come quando vediamo correre via veloce ogni cosa da dietro un finestrino di un treno e di cui ben poco riusciamo a trattenere! Con questo pensiero filosofico i componenti del gruppo podistico “ G. Cattaneo “ di Borgo Vercelli hanno affrontato domenica 30 novembre a Novara l ’ ultima gara del 2014 . Cinquantun gare disputate tra diurne e notturne dalla prima domenica di marzo all’ ultima di novembre . La giornata piovosa e grigia ha reso particolarmente malinconico l’ evento , poiché sempre quando si giunge al termine di qualche cosa insorge un po’ di tristezza . Sembra incredibile come siano passati in fretta questi 9 mesi di piacevole attività sportiva e di amicizia. Nella mente di ognuno dei podisti del Cattaneo presenti alla gara di Novara tornavano in mente come i fotogrammi di un film le competizioni dell’ anno più emozionanti : Casale Monferrato , Casterno , Besate , Garlasco , Sforzesca, Castellanza, Grignasco,Chatillon,Gargallo, Arenzano con i loro castelli , borghi , monumenti , boschi , parchi , chiese , colline , montagne , laghi , fiumi e spiagge. E così con pensieri più veloci delle gambe alle ore 9,30 dai giardini di via Verdi di Novara i corridori di Borgo Vercelli affrontavano la loro ultima competizione stagionale . La partenza è stata molto suggestiva in quanto ha avuto luogo da bel parco rionale. Dopo qualche centinaio di metri il percorso si è snodato sulla pista ciclabile di viale Giulio Cesare per poi puntare verso la campagna compresa tra l’ Agogna e la frazione Torrion Quartara. Dal 3° chilometro la strada asfaltata ha lasciato spazio ad una viscida e fangosa strada di campagna da cui si sono sfiorate molte storiche cascine. Questo tratto di percorso fa parte del Parco della Battaglia , area storica a ricordo della battaglia di Novara durante la 1^ guerra di indipendenza. I podisti si sono trovati a correre sotto una leggera pioggia proprio come il fatidico giorno del 23 marzo 1849 quando si affrontarono gli eserciti austriaci e piemontesi. Verso il 4° chilometro i corridori si sono trovati ad attraversare il Torrion Quartara , poi nuovamente un percorso campestre fino al 6°chilometro alle cascine San Maiolo e Malvista. Da questo punto la gara ha raggiunto il giro di boa , il percorso è tornato ad essere asfaltato e la direzione è stata quella del rientro in città . Dopo avere attraversato la parte più moderna del Torrion Quartara si è giunti al 10 ° chilometro nuovamente in prossimità del Viale Giulio Cesare ed alla fine al parco di via Verdi dove l’ arco gonfiabile segnava il termine della gara. Il gruppo podistico di Borgo Vercelli , pure non essendo stato premiato , la crisi sta colpendo anche le manifestazioni sportive , ha conseguito il primo posto , il quinto per la stagione 2014. La tristezza derivata dal riposo temporaneo di tre mesi dell’ attività di gruppo sarà sicuramente eliminata lunedì 8 dicembre in occasione della grandiosa festa sociale caratterizzata dalla premiazione degli atleti e dal caratteristico pranzo.