Hosting gratuito e dominio gratis offerti da HostingGratis.it
                           comune         uisp
   il gruppo "Cattaneo" a Santa Cristina   
Domenica 10/05/2015

Pensieri by Cristiano Siviero. SANTA CRISTINA - UNA DIECI KM CHE NE VALE 20… Domenica 10 maggio è andata in scena l’undicesima tappa del Campionato Sociale G.P.D. Borgovercelli. La gara di giornata, appartenente al circuito “Gamba D’oro” si è svolta in Santa Cristina, paesino alle porte di Borgomanero. Minigiro da 2.5 km e Main event da 11 km. Oggi il Gruppo di presenta in “Extended Version”. Si sono aggregati infatti i “soliti noti”, Lorenzo Rossari e Samuel Beltrame, la “wild card” Marco Bertone e la mascotte Billy, che peraltro risulterà come miglior classificato di giornata. Dopo aver espletato le formalità relative all’iscrizione grazie alla Miky, vittima designata, si passa al rito della verifica delle condizioni fisiche dei partecipanti. Il buon Balzaretti infatti, come tutte le domeniche, chiede a tutti: “Tu come stai?” E qualcuno risponde (Luca Sassone): “Mah, io fino a ieri sera avevo 41,5 di febbre. Ho preso 6 antibiotici di fila… ed eccomi qui... Ma la cammino tutta… non ce la faccio… anzi avrei dovuto portare le racchette da Nordic Walking.” Altri: “Mah… io ho un gomito che fa contatto con un piede… ma sai, non potevo mica stare a casa…” Un altro: “Eh ieri sera il prete mi impartito l’estrema unzione… ma non potevo mancare questa mattina…” Cosa non si fa per rimanere in testa alla classifica… E dopo questo rito… si parte!!! Cioè… i ns. Compari partono circa 20 minuti prima della partenza ufficiale, visto che avrebbero tenuto un passo da processione del giorno della festa del Patrono e snocciolato almeno due rosari… del resto la corsa è anche sofferenza e preghiera… La prima parte del percorso si snoda tra le stradine di Santa Cristina. Si viaggia in leggera discesa e, a poco a poco l’allegro vociare dei podisti scema, fino ad essere sostituito dal fiatone… E fino a qui tutto bene… i primi due chilometri volano via in maniera abbastanza tranquilla fino a quando ci si presenta davanti la prima salita… inizialmente ripida, poi meno ripida ma luuuuuuuunga… e qui tutti capiscono che Santa Cristina non era il nome del paese ma la Santa cui votarsi per vedere la linea del traguardo… Abbandoniamo poi la strada asfaltata per entrare nei boschi circostanti e qui la situazione si complica ancora di più… è tutto un saliscendi e per di più la pioggia dei giorni precedenti rende il tracciato parecchio pesante e scivoloso. Di tanto in tanto si esce dal bosco e ci si ritrova in meravigliose radure baciate dal sole. Poi si rientra nel bosco e si inizia nuovamente ad arrampicare… Dopo la quarta salita ho sentito alcuni insulti agli organizzatori… Al Km 10… la “Madre di tutte le salite”. Uno strappo di 100 mt ma con una pendenza del 90%, nel mezzo della quale c’è la Pinuccia intenta a respirare ed a insultare gli organizzatori per quell’ultimo tiro mancino… ed in cima alla salita la attende Claudio ridacchiando sotto i baffi… chissà perché… Poco più avanti Janira, Matteo e Billy che sostengono moralmente il loro papà che non riesce a trattenere il disappunto per esser stato superato da un 45enne in sovrappeso (Cristiano), per di più debuttante nel gruppo… Ed eccoci all’arrivo… Dopo un’ora e qualche minuto di sofferenza si taglia il traguardo felici di essere ancora vivi… Ed ora buttiamoci sul ristoro!!! Alla prossima! Cristiano P.S. Balzaretti mi sa che devi gambizzare il Sassone se lo vuoi superare in classifica!!

Torna in Foto------------ Torna in News